< Torna all'elenco    

 

   
 
12/04/2019 ZF
 

ZF coPILOT consente sicurezza e comfort di guida maggiori

  • Un sistema integrato e intuitivo per un’avanzata futura assistenza al guidatore, “powered” da ZF e NVIDIA DRIVE
  • Nuova esperienza di guida con la guida semi-automatizzata: ZF coPILOT subentra in diverse manovre di guida
  • Sicurezza e affidabilità maggiori per la guida semi-automatizzata delle autovetture
  • Il computer centrale ZF ProAI si distingue per le potenti funzionalità di IA, per il processore NVIDIA DRIVE Xavier e per un sistema software di Livello 2+
  • Disponibile dal 2021

Friedrichshafen/Shanghai, 12 aprile 2019. ZF ha annunciato oggi il debutto di ZF coPILOT, un Sistema ADAS avanzato che offre maggiori opportunità in termini di sicurezza e comfort di guida. Sfruttando la potenza dell’Intelligenza Artificiale e dotati di un set completo di sensori, i veicoli possono svolgere diverse funzioni di guida automatizzata, soprattutto in autostrada. Inoltre, ZF coPILOT può funzionare con i comandi vocali ed è progettato per riconoscere le condizioni di traffico, per rilevare l’handling del veicolo e per monitorare il guidatore, contribuendo ad evitare situazioni rischiose grazie ad attivi interventi di ripristino. ZF coPILOT è supportato dal computer centrale ZF ProAI e dalla piattaforma NVIDIA DRIVE. È progettato per la produzione di serie e sarà disponibile dal 2021.

Dopo solo tre mesi dall’annuncio da parte di ZF e NVIDIA di ZF proAI come primo sistema capace di funzionare con il software DRIVE di NVIDIA, ZF coPILOT fa il suo debutto in occasione del Shanghai International Automobile Industry Exhibition. Le due società presentano insieme un interessante sistema di "Livello 2+" che offre maggiori opportunità in termini di sicurezza e comfort di guida nelle autovetture.

ZF coPILOT è dotato di intelligenza artificiale, di un set di sensori a 360°, del potente computer centrale ZF ProAI e della piattaforma DRIVE di NVIDIA, offrendo così funzioni di guida e di comfort più performanti rispetto a un normale sistema di Livello 2 per la guida semi-automatizzata. Questo ci consente di ottenere una migliore qualità di guida in modalità semi-automatizzata,” afferma Torsten Gollewski, Head of Autonomous Mobility Solutions di ZF.

Il veicolo dimostrativo con ZF coPILOT, che verrà presentato per la prima volta ad Auto Shanghai, dimostra chiaramente la funzionalità e i relativi benefici per i guidatori per quanto riguarda comfort e sicurezza: il veicolo può eseguire manovre di guida in autonomia, ad esempio entrare o uscire dall’autostrada se le condizioni lo consentono. Per una guida più rilassata in autostrada, ZF coPILOT combina un avanzato cruise control con l’assistenza attiva alla sterzata e l’assistenza al mantenimento di corsia. Inoltre, ZF coPILOT può cambiare corsia in modo proattivo, sorpassare e reimmettersi. In più, il sistema può continuare ad analizzare l’ambiente che circonda il veicolo, riconoscendo pedoni, traffico in senso opposto e incroci.

ZF coPILOT è inoltre dotato di sensori e funzioni che monitorano il guidatore e può attivare allarmi quando si verifica una situazione potenzialmente pericolosa. Ad esempio, nel caso il guidatore si distraesse, la sua attenzione non fosse sul traffico stradale o mostrasse segni di sonnolenza. Oltre a un sistema di navigazione intelligente che include "MyRoute" – una funzione mappa che riconosce le strade ripetitive –ZF coPILOT è anche dotato di un riconoscitore vocale in modo che il guidatore possa comodamente consentire, utilizzare o disabilitare le funzioni di assistenza alla guida tramite comandi vocali.

Il set di sensori di ZF montato sul veicolo dimostrativo consiste di un radar frontale, di quattro radar posti sugli angoli del veicolo e di otto telecamere. Due di queste sono orientate verso il davanti, una verso il posteriore, due sono integrate all’interno degli specchietti retrovisori e una monitora il guidatore.

In modo da valutare l’enorme quantità di dati raccolti in tempo reale da questo sistema completo di sensori, è necessaria un’elevata potenza di calcolo. Questo compito è affidato al computer centrale ZF ProAI Gen2 che alimenta ZF coPILOT: grazie all’elevata ed efficiente, dal punto di vista energetico, potenza di calcolo del processore NVIDIA DRIVE Xavier su cui si basa, ZF ProAI può integrare e controllare totalmente gli algoritmi preimpostati per tutte le funzioni di assistenza alla guida. Il sistema è flessibile, scalabile, e aggiornabile agevolmente. Se i costruttori di auto lo desiderano, possono aggiungere ulteriori caratteristiche e funzioni, proprie o sviluppate da ZF.

Con una famiglia prodotti che include 4 modelli dal Livello 0 al Livello 5, ZF ProAI copre l’intero campo operativo automotive. Il modello di punta, ZF ProAI RoboThink, effettua fino a 600 trilioni di operazioni al secondo (600 teraOPS), rendendolo così il supercomputer con funzioni di IA più potente oggi nel settore della mobilità.

Avanzata assistenza alla guida – ogni volta che ne hai bisogno

Poiché la guida altamente automatizzata di Livello 3 non è permessa in molte nazioni, ZF coPILOT si basa sulla guida semi-automatizzata di Livello 2, che richiede al guidatore di monitorare costantemente le condizioni di traffico. Le tecnologie implementate di Livello 2+ di ZF e NVIDIA, tuttavia, assicurano assistenza pratica e affidabile, comportandosi come un copilota che supporta il guidatore.

Siamo convinti che un sistema esteso di Livello 2+ come ZF coPILOT sia di grande attrattiva per i costruttori di automobili. Grazie all’ampia gamma di funzioni, offre ai consumatori un significativo valore aggiunto in termini di sicurezza e comfort di guida – a costi competitivi, inoltre" conclude Torsten Gollewski.



COMPILA LA SCHEDA E RICEVERAI LA DOCUMENTAZIONE DI QUESTO COMUNICATO
   
Nome:
Cognome:
Testata\Editore:
Email:
 
 
 

 

 
COM&MEDIA S.r.l.
Viale Monte Nero, 51 - 20135 - Milano
T. 02 45 40 95 62
F. 02 81 32 485
uffstampa@comemedia.it
Registrati per ricevere
i nostri comunicati stampa