< Torna all'elenco    

 

   
 
11/09/2017 ZF
 

ZF si presenta al Salone internazionale dell'automobile IAA come "One Company"

  • Il processo di integrazione di TRW è sostanzialmente concluso
  • Verso l'obiettivo "Vision Zero": la presenza di ZF allo IAA verterà sui temi della sicurezza e della mobilità elettrica
  • Un portfolio unico di prodotti e tecnologie grazie a sistemi meccanici intelligenti
  • Il nuovo Corporate Design riflette il cambiamento del gruppo tecnologico

Francoforte sul Meno/Friedrichshafen, 11 Settembre 2017. Circa due anni e mezzo dopo l'acquisizione di TRW Automotive, nel maggio 2015, e quindi molto prima di quanto previsto inizialmente, ZF Friedrichshafen AG ha sostanzialmente concluso il processo di integrazione dell'azienda americana. All'insegna del motto "SEE - THINK - ACT", che è anche il nuovo claim del brand, ZF offre ai suoi clienti un'ampia gamma di sistemi meccanici intelligenti in risposta alle sfide imposte dalle tendenze del futuro, incluse la digitalizzazione, la mobilità elettrica e la guida autonoma. 

"One Company", un'unica azienda: è così che si presenta ZF circa due anni e mezzo dopo l'acquisizione del gruppo americano TRW Automotive. “Inizialmente avevamo previsto un periodo da tre a cinque anni per l'integrazione, ma possiamo dire con soddisfazione che siamo riusciti a superare di gran lunga le nostre aspettative per quanto riguarda la tempistica”, afferma l'Amministratore Delegato di ZF, Dott. Stefan Sommer. "Esprimo il mio ringraziamento a tutte le persone che, con grande impegno, si sono dedicate al processo di integrazione, condizione indispensabile per la sua riuscita, così come è stata fondamentale la disponibilità dei collaboratori a intraprendere questo cammino."

Sommer ha evidenziato che l'acquisizione di TRW ha rappresentato un passo decisivo che consentirà a ZF di affrontare al meglio le sfide del futuro nel settore dei nuovi trend tecnologici, come la digitalizzazione o la guida autonoma: "Le competenze in materia di sistemi di protezione degli occupanti e di elettronica, oltre che nei sistemi sterzanti e frenanti, costituiscono un completamento ottimale della nostra attuale gamma di prodotti e, in futuro, contribuiranno al relativo sviluppo. Questa acquisizione è stata la componente fondamentale per il nostro "Vision Zero Ecosystem", la nostra rete di collaborazioni con partner esterni, che ampliamo costantemente. I nostri clienti possono avvalersi della nostra esperienza come fornitori di sistema.”

Con l'integrazione, ZF ha sfruttato le sinergie fra le due aziende per creare strutture competitive come un’unica organizzazione, secondo il principio "Best of Both". Già da gennaio 2017, ZF Aftermarket si è presentata con successo sul mercato come organizzazione unificata. Anche dal punto di vista economico il gruppo unificato ha raggiunto una forte posizione: ZF ha aumentato significativamente la redditività e allo stesso tempo sarà in grado di estinguere prima del previsto i debiti contratti per l'acquisto dell'azienda. Per quest’anno, il gruppo prevede un fatturato di oltre 36 miliardi di euro.

Un segno visibile dell'integrazione ormai quasi conclusa è il nuovo Corporate Design con il quale ZF si presenta per la prima volta allo IAA. Inoltre, in futuro, tutte le divisioni del gruppo si presenteranno con un unico nome, ZF.

La presenza di ZF al Salone internazionale dell'automobile IAA sarà focalizzata sul proprio obiettivo "Vision Zero"

Per trasformare in realtà questo obiettivo, ovvero una mobilità senza incidenti ed emissioni, ZF continua a completare la sua gamma di prodotti composta da tecnologie innovative per la trasmissione, lo chassis e la sicurezza. Oltre alle attività di sviluppo interne, il gruppo, con il "Vision Zero Ecosystem", si affida anche a una rete crescente di aziende partner altamente specializzate. 

ZF sarà presente allo IAA nel padiglione 8 - stand F20 e nell'area esterna dedicata al New Mobility World, con la concept car Vision Zero Vehicle, dove mostrerà come i suoi sistemi meccanici intelligenti possano già oggi contribuire all'obiettivo "Vision Zero": dall'assale posteriore a struttura modulare mSTARS, che consente l'elettrificazione di piattaforme veicoli convenzionali, fino ai sistemi intelligenti di assistenza al conducente, che possono riconoscere le distrazioni del guidatore o potenziali guide contromano.



COMPILA LA SCHEDA E RICEVERAI LA DOCUMENTAZIONE DI QUESTO COMUNICATO
   
Nome:
Cognome:
Testata\Editore:
Email:
 
 
 

 

 
COM&MEDIA S.r.l.
Viale Caldara, 43 - 20122 - Milano
T. 02 45 40 95 62
F. 02 81 32 485
uffstampa@comemedia.it
Registrati per ricevere
i nostri comunicati stampa